INAIL: CONTRIBUTI PER LE PICCOLE IMPRESE

Per progetti sulla sicurezza. Sino al 65% a fondo perduto

23/12/2017

L'INAIL ha pubblicato nel sito dell'Istituto nella sezione: "Incentivi per la sicurezza" il bando ISI 2017, contenente gli Avvisi Pubblici Regionali/Provinciali, i moduli di domanda ed i relativi allegati per erogare finanziamenti alle imprese, per il miglioramento dei livelli di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro.

Lo stanziamento ai fini del presente Avviso relativamente alla Regione Sardegna è pari a complessivi 6.349.474,00 Euro, suddivisi nei seguenti 5 Assi:

  1. Asse 1 per i progetti di investimento e per i progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale 970.106,00 Euro;
  2. Asse 2 per i progetti per la riduzione del rischio da movimentazione manuale dei carichi (MMC) 803.575,00 Euro;
  3. Asse 3 per i progetti di bonifica da materiali contenenti amianto1.782.063,00 Euro;
  4. Asse 4 per i progetti per micro e piccole imprese operanti in specifici settori di attività 422.371,00 Euro;
  5. Asse 5 per i progetti per le micro e piccole imprese operanti nel settore della produzione agricola primaria dei prodotti agricoli 371.359,00 Euro a sua volta così suddiviso:
  6. Asse 5.1: per la generalità delle imprese agricole, così come definite al successivo articolo 6 del presente Avviso 299.382,00 Euro;
  7. Asse 5.2: riservato ai giovani agricoltori4 , organizzati anche in forma societaria, così come previsto dal successivo articolo 6 del presente Avviso 71.977,00 Euro.

E' confermato il punteggio minimo pari a 120 punti.

Per i progetti che comportano un contributo superiore a 30.000 euro è possibile chiedere un'anticipazione pari al 50% dell'importo del contributo stesso, previa costituzione di garanzia fideiussoria a favore dell'INAIL.

Ciascuna impresa può presentare una sola domanda sul territorio nazionale

Nel rimandare alla lettura degli Avvisi  si evidenziano alcuni aspetti.

AMMONTARE DEL CONTRIBUTO

L'incentivo è costituito da un contributo in conto capitale, per gli Assi 1,2,3 e 4 nella misura del 65% delle spese sostenute dall'impresa per la realizzazione del progetto, al netto dell'IVA.

Per i progetti degli Assi 1, 2 e 3 il contributo massimo erogabile è pari a 130.000 euro, mentre quello minimo ammissibile è pari a 5.000 euro. Per le imprese fino a 50 dipendenti che presentano progetti per l'adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale non è fissato il limite minimo di spesa. 

Per i progetti dell'Asse 4 il contributo massimo erogabile è pari a 50.000 euro ed il finanziamento minimo ammissibile è pari a 2.000 euro.

Per i progetti dell'Asse 5 il contributo massimo erogabile è pari al:

40% per i soggetti dell'asse 5.1 (generalità delle imprese agricole)

Al 50% per i soggetti dell'asse 5.2 (giovani agricoltori)

Per i progetti relativi all'asse 5  il contributo massimo erogabile è pari a 60.000 euro e quello minimo è pari a 1.000 euro

Principali novità del bando 2017

Platea dei destinatari

Il bando di finanziamento è stato aperto, per la prima volta, anche agli enti del terzo settore non iscritti al Registro delle Imprese della Camera di Commercio, per i soli progetti relativi alla movimentazione manuale dei carichi.

Individuazione assi specifici settori attività

Nell'ambito dell'asse relativo al finanziamento di  Micro e piccole imprese di specifici settori sono stati individuati i compartimenti della ceramica e del legno

Semplificazione

E' prevista la standardizzazione delle regole comuni ai diversi Assi, ove applicabile, nel rispetto dei dettami che disciplinano le diverse tipologie di finanziamento.

Recupero somme stanziate e non  utilizzate

Dopo il click day si potrà ampliare il numero dei progetti ammessi per ogni regione utilizzando i residui degli stanziamenti attribuiti alle altre regioni nell'ambito dello stesso asse, inoltre, le somme residue non distribuite nell'ambito di ciascun asse tra le regioni sono riassegnate all' asse generalista, ad esclusione del finanziamento non utilizzato dell'asse Agricoltura.

Il nuovo bando prevede anche il recupero delle somme per le domande non confermate a causa della mancata consegna della documentazione entro il prescritto termine di 30 giorni. Tali somme non utilizzate sono assegnate, mediante scorrimento, alle imprese collocate nella graduatoria nelle posizioni immediatamente successive

COMPILAZIONE DELLA DOMANDA

Dal 19 aprile 2018 e inderogabilmente fino alle ore 18:00 del 31 maggio 2018 sul sito www.inail.it – sezione "accedi ai servizi online" – i soggetti destinatari registrati avranno a disposizione una procedura informatica che consentirà loro, attraverso la compilazione di campi obbligatori, di:

  • effettuare simulazioni relative al progetto da presentare;
  • verificare il raggiungimento della soglia di ammissibilità;
  • salvare la domanda inserita;
  • effettuare la registrazione della propria domanda attraverso l'apposita funzione presente in procedura tramite il tasto "INVIA".

Per accedere alla sezione l'impresa deve essere in possesso delle credenziali di accesso ai servizi on line, che possono essere ottenute mediante registrazione sul portale INAIL almeno due giorni lavorativi prima della chiusura della procedura telematica per la compilazione della domanda

Dopo le ore 18:00 del 31 maggio 2018 le domande salvate non saranno più modificabili.

Dal 7 giugno 2018 i soggetti destinatari che hanno raggiunto o superato la soglia minima di ammissibilità prevista potranno accedere all'interno della procedura informatica per effettuare il download del proprio codice identificativo che li identificherà in maniera univoca.  In occasione del click day per l'inoltro delle domande di ammissione al finanziamento mediante lo sportello informatico

Le date e gli orari dell'apertura e della chiusura dello sportello informatico per l'invio delle domande, saranno pubblicati sul sito www.inail.it a partire dal 7 giugno 2018.

Le suddette date potranno essere differenziate, per ambiti territoriali o assi di finanziamento, in base al numero di domande pervenute e alla loro distribuzione.

Le regole tecniche per l'inoltro delle domande online saranno pubblicate sul sito www.inail.it almeno una settimana prima della data di apertura dello sportello informatico.

Gli elenchi in ordine cronologico di tutte domande inoltrate, con evidenza di quelle in posizione utile per essere ammesse al finanziamento, saranno pubblicati entro 14 giorni dall'ultimazione della fase di invio del codice identificativo. Le imprese collocate in posizione utile per il finanziamento dovranno poi fare pervenire all'Inail, entro il termine di trenta giorni, tutti i documenti indicati nell'avviso pubblico per la specifica tipologia di progetto.

Scarica sotto il Bando 2017 per la regione Sardegna

Documenti allegati